horror

Reportage dal Salone del Libro 2011

Bilancio molto positivo dopo questo salone, tante persone incontrate, interviste interessanti, volti nuovi e vecchie conoscenze… la stanchezza è molta ma la soddisfazione di più.

Troverete tutto da giovedi in avanti sul blog nella sezione Salone del Libro 2011

Ciao

 

 

Trofeo RILL:

Il Trofeo RiLL è un concorso letterario per racconti brevi di genere fantastico (fantasy, fantascienza, horror e tutto quel che è al di là del “reale” e del “verosimile”) rivolto a tutti gli appassionati, esordienti e autori affermati.

A selezionare la rosa dei finalisti è il Comitato di Lettura, un gruppo di lettori molto ampio, il cui contributo ed impegno assicura che, “nonostante” la mole di materiale arrivato (200 racconti circa ad edizione, da alcuni anni), la selezione sia la più accurata e attenta possibile.

I racconti finalisti vengono quindi valutati dalla Giuria Nazionale, composta da scrittori, giornalisti, editor, autori di giochi e personalità del mondo ludico italiano. I racconti vincitori vengono pubblicati (senza alcuna spesa per gli Autori) nelle antologie della serie Mondi Incantati, dalla Nexus Editrice, che ne cura anche la distribuzione.

La cerimonia di proclamazione dei vincitori avrà luogo nell’autunno 2011, all’interno della manifestazione Lucca Comics & Games, l’autore del racconto vincitore riceverà in premio la somma di 250 euro dal Comitato Promotore e una penna stilografica marca Columbus 1918, offerta dalla ditta Santara (Milano). Il racconto vincitore verrà inoltre pubblicato sulla rivista Prospektiva. Il racconto secondo classificato sarà invece ospitato sulla e-zine Anonima Gidierre.

Le iscrizioni sono aperte sino al 15 marzo 2011. Ogni concorrente può partecipare con più opere, purché inedite, originali ed in lingua italiana, la scelta del genere letterario è a totale discrezione dell’autore, che potrà spaziare dal Fantasy all’Horror, dalla Science Fiction al Cyberpunk e così via, purché vi sia la presenza nel racconto di significativi elementi che vanno al di là del reale.

I racconti presentati non dovranno superare i 21600 caratteri, spaziature tra parole incluse, e dovranno essere spediti in quadruplice copia e in busta anonima a:  Trofeo RiLL, presso Alberto Panicucci, via Roberto Alessandri 10, 00151 Roma. I partecipanti sono invitati a compilare l’apposito modulo on line (Registrazione Concorso) e a inviare i propri racconti anche in formato elettronico, all’account partecipante @ rill.it. La quota di iscrizione al XVII Trofeo RiLL è di 10 euro per ciascun racconto inviato.

Il bando completo in pdf è disponibile QUI.

Paolo Agaraff uno e trino

Continuano, con qualche giorno di ritardo, i post con informazioni sugli autori che abbiamo incontrato a Lucca. Questo è dedicato a Paolo Agaraff, pseudonimo collettivo di tre autori di Ancona: Gabriele Falcioni, Roberto Fogliardi e Alessandro Papini. Insieme hanno scritto romanzi, racconti e articoli per riviste nel campo del fantastico e dell’horror. Davanti ai nostri microfoni questa strana entità si è presentata nei panni di Gabriele Falcioni, ma lo spirito degli altri due è stato sempre presente. Nella ridente cittadina toscana Gabriele ha preso parte, insieme ad Alessandro Morbidelli, a una conferenza che si è tenuta domenica 31 ottobre in sala Ingellis, nella quale i due hanno spiegato come si passa dal libro al gioco e viceversa.

ovviamente è possibile riascoltare l’intervista QUI cliccando su

Fantasy On Air n°11 “1° Giorno Live From Lucca” 29/10/10

Una delle tre incarnazioni di Paolo Agaraff: Gabriele Falcioni

Paolo Agaraff: nasce tra il 1966 ed il 1969, a seguito di un lungo e travagliato esperimento di ingegneria genetica, svoltosi presso il laboratorio di Genomologia dell’Ospedale Pediatrico di Ancona. Il feto viene ospitato in successione da tre madri diverse, tre povere donne definite dalla medicina ufficiale “portatrici sane dell’insano”.

Paolo vive la sua adolescenza tormentata tra la città vecchia di Ancona e le stradine di Lagos, delle quali piace rievocare i rivoletti di fluidi organici che ne scorrevano ai lati. Qualcuno ipotizza che abbia frequentato il liceo del “rione della fettina” del capoluogo marchigiano, ma voci incontrollate lo danno per cangaceiro nel Minas Gerais. Tutti invece sono concordi nel sostenere che abbia frequentato Ingegneria Elettronica. Poiché una parte di lui rifiuta di laurearsi, potremmo definirlo “il coitus interruptus degli studi universitari”.

Il punto è che Paolo Agaraff è uno e trino. Quando provano a spiegargli che definirsi così suona male, lui se ne sbatte altamente. Quando invece gli dicono che altri prima di lui hanno fatto una finaccia, decide di dichiararsi felicemente schizofrenico e di dimostrarlo, andando a vivere in tre posti diversi contemporaneamente, dedicandosi a tre diversi lavori… tanto non dorme quasi mai. Rifiuta con energia la parola “ubiquità”, preferendole deontologicamente il termine “multitasking”. Ogni tanto recupera la sua integrità fisica e psichica in qualche birreria di Ancona o vagabondando nelle desolate lande di Internet.

Il quinto cilindro: è un pastiche fantastorico-lovecraftiano che deforma ed evidenzia gli aspetti più assurdi della realtà quotidiana, nella tradizione della fantascienza sociologica. Archeologia,  civiltà perdute, visitatori da un altro pianeta, capaci di influenzare la storia e gli eventi terrestri nel passato e nel presente. Paolo Agaraff affronta l’argomento con il suo solito stile dissacrante. Tre vecchi e terribili pensionati, già protagonisti de Le Rane di Ko Samui (Pequod, 2003) e I ciccioni esplosivi (Montag, 2009), si trovano coinvolti in trame di respiro interplanetario, scaraventati in una realtà cristallizzata al tempo della nascita dell’impero romano. I tre pensionati rischieranno la vita, l’amicizia e la sanità mentale, barcamenandosi tra alieni chitinosi, montagne impervie, cupe leggende, riti oscuri, rivoluzioni giacobine e sanguinose controrivoluzioni, scrutati dall’instancabile appendice visiva della remota Sentinella.

Autore: Paolo Agaraff

Titolo: Il quinto cilindro

Editore: Montag

Lucca Comics & Games intervista ad Altrisogni del 29/10/2010

E visto che due ore non ci bastavano – lo sapete vero che vogliamo conquistare il mondo?  – eccoci di nuovo a scaldare le cuffie. Dietro a nostri microfoni, seduta sulle nostre scomode sedie, la redazione di Altrisogni,  ovvero Christian Antonini e Vito Di Domenico, con la partecipazione straordinaria di Sabrina Rossi, art director e curatrice grafica della rivista.

Altrisogni è una rivista digitale aperiodica di narrativa. Nelle sue pagine il lettore di  fantascienza, horror e weird troverà notizie, articoli e racconti. Il magazine corre  su due binari paralleli: servizi giornalistici e narrativa inedita. Altrisogni si scarica tramite Internet e si legge su telefonino, lettore di ebook e computer,  infatti  è realizzata nei formati PDF e ePub. La redazione è costantemente alla ricerca di nuovi talenti della scrittura e dell’illustrazione. Le sue porte sono aperte ad autori dei generi horror, sci-fi e weird, come anche a disegnatori e illustratori. È possibile mettersi in contatto con la redazione inviando un’email all’indirizzo altrisogni@dbooks.it

Altrisogni  – magazine digitale di horror, sci-fi, weird

Pubblicata da dbooks.it

Canale di distribuzione: download

Pagine 86

È possibile riascoltare l’intervista QUI cliccando su

Fuori onda di Fantasy on Air “Intervista ad Altrisogni” 29/10/10

Asengard Edizioni

Ascolta l’intervista[audio:http://fantasyonair.improntadigitale.org/WP/wp-content/uploads/2010/Interviste Salone del Libro/05 Lun 02 Asengard.mp3|titles=Asengard]

Asengar Edizioni è una giovane casa editrice di Vicenza, fondata da Edoardo Valsesia nel maggio del 2006; è orientata prevalentemente alla pubblicazione di opere inedite italiane di narrativa fantasy e, più in generale, fantastica e horror. Fra gli autori pubblicati si possono trovare Luca Tarenzi, Salomon Troy Cassini, Francesco Falconi, Uberto Ceretoli, etc. Le collane proposte sono:  Elfheim, Helheim e la nuovissima Wyrd.

Elfheim: È il termine tedesco per Álfaheimr (o Álfheimr) ed indica il mondo degli Elfi. Nella cosmologia nordica è uno dei Nove Mondi, dove dimoravano gli Elfi. Sembra si trovasse in cielo, non lontano dall’Ásaheimr (mondo degli Æsir, divinità legate al cielo, alla sovranità e alla guerra, la cui capitale è Ásgarðr, altrimenti detta Asengard).
All’interno della collana Elfheim sono pubblicati i romanzi a tema fantasy/fantastico.

Helheim: Nella cosmologia norrena, uno dei Nove Mondi, posto nel punto più profondo dell’universo.
È il mondo di tutti i morti indegni di salire alla Valhöll (Walhalla), e vi regna la regina Hel, figlia del dio Loki, il cui volto era rappresentato per metà roseo e per metà livido.
All’interno della collana Helheim sono pubblicati i romanzi a tema horror/gotico.

Wyrd: Wyrd è il nome della nuova collana che conduce nella “periferia” dell’attuale panorama del fantastico alla ricerca di una narrativa diversa, cruda, onirica, insolita e bizzarra. La parola Wyrd è presente nelle culture norrena e inglese che, con il passare dei secoli, si è evoluta nel termine weird e ha acquisito il significato di strano, bizzarro, strambo. Si può trovare quindi in questa collana ciò che è New Weird ma anche tutti i lavori che abbiano una forte componente sperimentale nell’ambito della narrativa fantastica, originali e fuori dagli schemi.

Contatti: Asengard

asengard

Tamara Deroma e la saga “I 7 Demoni Reggenti”

Autore: Tamara Deroma

Titolo saga: I 7 Demoni Reggenti

Primo libro:I 7 demoni reggenti

Secondo libro:Il portale oscuro

Editore: Edizioni Sabinae

Ascolta l’intervista:[audio:http://fantasyonair.improntadigitale.org/WP/wp-content/uploads/2010/Interviste Salone del Libro/02 Ven 03 Deroma.mp3|titles=Deroma]

I 7 demoni reggenti e Il portale oscuro sono i primi due libri della saga I 7 Demoni Reggenti, un horror-fantasy ambientato a Torino .

I 7 demoni reggenti: Una ragazza normale, come tante altre. O almeno questo era ciò che Eileen credeva di essere, prima di scoprire di far parte del clan più potente dell’Inferno e di essere rinata in veste mortale nel Purgatorio, a causa di una dura condanna imposta da Lucifero. All’oscuro dei ricordi appartenenti alla sua vita passata, Eileen cercherà in ogni modo di sfuggire al suo destino, ma a darle la caccia, oltre i suoi stessi fratelli, ci saranno anche i demoni al servizio del terribile e potente Gujrhah, pronto a tutto per mettere la parola fine al dominio dei Sette, all’Inferno.

Il portale oscuro: Torino, la città oscura. Un posto in cui ricominciare. Un Destino cui tentare di sfuggire. Se ciò fosse possibile. Confinati in sembianze mortali, Eileen e il clan dei Sette Demoni Reggenti ai Peccati Capitali sono alla ricerca disperata di una via per l’Inferno. Sul cammino, avversari spietati, cruenti scontri.  E inquietanti verità. La caccia continua, Gujrhah è in agguato. Lo scontro decisivo è imminente.

Tamara Deroma nasce a Torino la notte del 9 Marzo 1979. Dopo essersi diplomata in ragioneria amministrativa, ottiene la qualifica di programmatore, esercitando la sua professione per un breve periodo. Saranno gli anni dell’adolescenza ad essere i più significativi dal punto di vista della sua formazione letteraria: mentre la sorella Francesca, infatti, si specializza nel disegno ed in particolare nell’arte del fumetto, contaminando positivamente anche la sua fantasia, lei passa il tempo fra letture di genere scoprendo le grandi opere di Terry Brooks che insieme al libro “VampireS” di John Steakley, contribuiranno a far germogliare la sua salda vena horror-fantasy.

Contatti: Tamara DeromaI 7 demoni reggenti, Il portale oscuro

Deroma

Ascolta R.I.D.

Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930